Maria Callas in scena, gli anni alla Scala.

Watch the Video

A quarant'anni dalla sua scomparsa, il Museo Teatrale alla Scala omaggia il grande soprano con una mostra curata da Margherita Palli.
 

Nella Vetrina Butterfly realizzata da Daca Vetrina D'Autore saranno esposti la demi parure e gli orecchini disegnati da Lila De Nobili e realizzati da Ennio Marino Marangoni. Gioielli di Scena, di proprieta' della collezione Rinaldo Albanesi, che sono gli unici oggetti rimasti dei Costumi de La Traviata di Luchino Visconti.
«Quando non canterà più lascerà dietro di sé una leggenda» scriveva Eugenio Montale dopo aver assistito a La sonnambula, uno dei cinque spettacoli che Luchino Visconti mise in scena per Maria Callas.
La sua leggenda è nata proprio qui a Milano, alla Scala: il teatro che, tra il 1950 e il 1962, ha saputo fornirle gli strumenti tecnici e culturali che l’hanno trasformata in un mito.
 
Maria Callas Collier Traviata Luchino Visconti
 
Per Margherita Palli, come per la maggior parte degli appassionati e degli addetti ai lavori di oggi, quegli anni rappresentano un’inaccessibile età dell’oro dell’opera, e la Callas una stella polare per orientarsi nel mare delle possibilità interpretative di un artista sulla scena.
«Non ho visto per ragioni anagrafiche nessuno di quegli spettacoli – racconta la Palli -, ma molte volte per lavoro ho cercato fotografie, visto i costumi, letto libri e soprattutto ascoltato, sognato… immaginando spettacoli meravigliosi».
 
Maria Callas in Scena presentazione
 
Le serate del Maggio 1955 al teatro alla Scala sono ancora oggi considerate uno dei momenti più magici dell'intera storia della lirica: Maria Callas, Giuseppe Di Stefano ed Ettore Bastianini sul palcoscenico, Carlo Maria Giulini sul podio, Luchino Visconti alla regia, Lila De Nobili alle scene e costumi e Nicola Benois come direttore dell'allestimento scenico. 
Purtroppo le scene e i costumi sono andati dispersi e i gioielli di scena sono gli unici "reperti storici" disponibili di questa edizione che è ancora giudicata dai critici la migliore Traviata se non addirittura la migliore opera mai messa in scena.
   
 
Fu Lila De Nobili a disegnare i gioielli di scena per il personaggio di Violetta, ispirandosi all'arredamento voluto con maniacale ricerca del particolare da Visconti, che volle una collier di cristalli Swarovski color rubino e perle barocche simulate di rara bellezza.
Il regista pretendeva una riproduzione assolutamente fedele nei materiali e nella tecnica produttiva da far sembrare l'ornamento originale e la realizzazione fu affidata alla maestria di Ennio Marino Marangoni che godeva della assoluta fiducia della “Divina”. Il lavoro di preparazione del gioiello fu meticolosissimo e la stessa cantante partecipò attivamente a tutte le fasi dell’ideazione, del disegno e della realizzazione. Parlava con il responsabile della creazione, suggeriva modifiche e, alla fine, voleva provare a casa il prototipo del gioiello prima che fosse consegnato in teatro.
Per Maria Callas il gioiello di scena non era semplicemente uno dei tanti oggetti che l’artista indossava per completare il costume ed entrare in scena, ma parte integrante del personaggio che andava a realizzare.

Testi a cura di Rinaldo Albanesi.
  Maria Callas in Scena Gli anni alla Scala locandina ufficiale evento      

Nelle precedenti edizioni.

Continua a Venezia fino al 12 Novembre continua la Mostra: Gianmaria Buccellati, Capolavori d'Arte Orafa.

Saranno esposte oltre 75 opere del maestro milanese in un percorso volto a documentare la centralità della perfezione esecutiva e della varietà delle tecniche orafe nello stile Buccellati.

___________________________________________________________________
Il Museo DACA.

Stefano Luzi, Presidente di DACA Vetrina D'Autore ci mostra il nuovo Show Room aziendale che raccoglie la storia dell'Azienda e alcune recentissime realizzazioni create per i piú importanti Musei e moltissime Case di Moda internazionali, sia in Italia che all'Estero.

___________________________________________________________________
Il Museo Tolomeo.

L'Architetto Fabio Fornasari ci guida in una "Camera delle Meraviglie" che collega culturalmente l'Istituto dei Ciechi Cavazza con la Citta' di Bologna.

___________________________________________________________________
La Fabbrica.

Come e dove nascono le creazioni DACA Vetrina D'Autore per il mondo dei Musei e della Moda.

___________________________________________________________________
La Cerimonia di Apertura di ICOM 2016.

Una rappresentazione del Palio di Fermo apre la cerimonia di Inaugurazione di ICOM 2016.

___________________________________________________________________
A Fermo la Mostra L'Anello di Cupra.

Icone della femminilita' dalla Preistoria a Rubens, da Van Gogh ai contemporanei.

___________________________________________________________________
Il mio nome e' Cavallo, Museo Francesco Messina a Milano.

E' terminata il 25 Settembre una delle mostre piu significative del panorama espositivo contemporaneo in Italia.

___________________________________________________________________